La Vigor scappa, poi va sotto e alla fine pareggia 2 a 2 col Marina

Mariotti-Costruzioni

 

SENIGALLIA – Secondo noi alla fine è un buon pari. Sia perché raggiunto nei minuti di una partita tosta, in cui si è dovuto fare a meno ben presto di Savelli e Denis Pesaresi per i rispettivi infortuni, sia perché di fronte c’era un avversario dimesso in avvio ma decisamente guerriero e intenso nell’ora centrale di gara.

Analisi e riflessioni – a cui se ne potrebbero aggiungere altre 100 oggi – dopo il 2 a 2 emerso fra Vigor Senigallia e Marina. Match giocato di fronte a circa 800 spettatori – e questa è un’altra cosa che va sottolineata, perché in Eccellenza è cosa rara e quindi bellissima – e ricco di sorprese. Pronti via e Sassaroli spacca il palo con un sinistro dai 25 metri. Altri due minuti e Siena manda alto da ottima posizione a termine di una bella azione sulla sinistra. Al terzo tentativo la Vigor passa: percussione centrale di Andrea Savelli, al momento del tiro il numero 2 di casa viene letteralmente steso ed è calcio di rigore. Denis Pesaresi trasforma, ma Savelli deve uscire per la botta ricevuta al ginocchio. Speriamo non sia nulla di grave, ma il dolore è stato tanto e la paura idem.

Fatto il primo gol, la Vigor continua a gestire la partita e crea i presupposti per il raddoppio che però non arriva. Il Marina invece dopo le sbandate iniziale si risolleva e al primo vero tentativo pareggia. E’ l’ex rossoblu Tommaso Gregorini a castigare la sua ex società con una bella girata in area su assist dalla destra. Adesso la partita è più equilibrata. La Vigor fa il gioco, ma il Marina difende con grande intensità e riparte con crescente pericolosità. Occasioni da una parte e dall’altra, anche importanti (clamorosa traversa di Nacciarriti su colpo di testa). Si arriva al 25′ della ripresa, quando un lancio lungo per Pierandrei spinge Tavoni ad uscire in ritardo, l’attaccante lo anticipa e di testa fa 1 a 2. Bianchelli gelato, ma la Vigor reagisce in maniera veemente. D’Errico sfiora il 2 a 2, poi i rossoblu pareggiano con Vitali in scivolata sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Nel finale la Vigor potrebbe anche vincerla, ma manca il guizzo vincente e così la gara termina 2 a 2.

Per le occasioni la Vigor Senigallia avrebbe meritato di più, ma nel complesso probabilmente è giusto così. Ed è anche un buon pari tenuto conto di tutto.

 

Vigor Senigallia-.Marina, le squadre prima del calcio d'inizio