Scatto d’orgoglio Fc Senigallia: sconfitta la capolista e salvezza matematica

 

fc-senigallia-barbara

Fc Senigallia – Barbara 2-1

Cala il sipario. L’Fc Senigallia, finalmente, con un grande scatto di orgoglio riesce a centrare la salvezza al primo anno in assoluto in Promozione. E lo fa nel giorno in cui il Barbara si laurea regina del campionato, togliendosi anche lo sfizio di batterla per 2 a 1 grazie ai colpi di uno scatenato Nicola Chicco. Ed è un traguardo meritato per via dell’ottima stagione della matricola biancorossoblu. Perché va ricordato, l’Fc per tre quarti di stagione ha navigato a ridosso della zona playoff. Poi un recente periodo difficile, gli infortuni e qualche errore hanno costretto la squadra del patron Franco Federiconi a lottare per la salvezza e vivere una situazione di rischio probabilmente oltre i propri demeriti sopratutto sul piano del gioco. Ma sia chiaro, nessuno ha mai cercato alibi, fatto sta che la salvezza giunge, meritatamente, al cospetto della capolista. Al triplice fischio del signor Bilò, infatti, c’è gloria per tutti. Per il Barbara che, nonostante il kappao, è campione e approda per la prima volta in quasi 50 anni di storia in Eccellenza, vista la sconfitta in simultanea dell’inseguitrice Atletico Alma. Ma anche per l’Fc Senigallia, perché l’obiettivo è stato raggiunto.

C’è gloria per Stefano “Fefi” Goldoni e Gabriele Morganti, i due condottieri dell’Fc Senigallia. Due uomini di grande passione che hanno lasciato il segno, in una stagione assolutamente da ricordare. Il primo, che ha guidato l’Fc Senigallia dalla Terza categoria fino a due giornate fa, per amore incondizionato si è dimesso cercando di dare la scossa ad una squadra che veniva da cinque sconfitte consecutive. A quanto pare ci è riuscito e fuori dagli spogliatoi sta li, vicino al suo gruppo, ad esultare. Il secondo, un altro con il biancorossoblu nel dna, che ha preso la squadra in un momento difficile ed ha lasciato un segno indelebile, centrando la salvezza al primo colpo.

La cronaca della partita in questo caso passa in secondo piano. Ci dedichiamo soprattutto al post gara, dove sono solo applausi per tutti. Per due squadre protagoniste, chi un modo, chi nell’altro, di un’annata conclusa bene. L’Fc Senigallia con uno scatto d’orgoglio brinda alla salvezza e la società coglie l’occasione di complimentarsi con il Barbara che vola in Eccellenza.

Tabellino

Fc Senigallia (3-4-2-1): Minardi; Giraldi (dal 36′ st Gregorini), Magi Galluzzi, Rosi; Sdruccioli, Marini, Pesaresi (dal 30′ st Bellagamba), Spezie; Terré, Giudici (dal 20′ st Cusimano); Chicco. All. Gabriele Morganti

Barbara (4-2-3-1): Campana (dal 49′ st Quagliani); Bruonori, Alessandrini, Carletti Orsini, Filipponi; Nicolò Carboni, De Angelis; Rossini, Marco Carboni, Faris; Api. All. Lorenzo Ciattaglia

Arbitro: Bilò di Ancona.

Marcatori: 11′ pt Chicco, 40′ pt Faris, 48′ st Chicco.

Note: spettatori circa 600, ammoniti Alessandrini e Chicco.